Marcella Fanzaga

Marcella Fanzaga
In realtà siamo parte di un ologramma cosmico dove Tutto è Uno (David Bohm)

Thursday, December 7, 2017



Domenica 4 Febbraio 2018

 



CORPI in ASCOLTO
La mente del Tango







 




Laboratorio di Body-Mind Centering® e Danza Contemporanea 
a supporto del Tango Argentino (ma aperto anche a chi pratica altre forme di danza o ballo)


a cura di Marcella Fanzaga

ASSE e SPIRALI...non solo una faccenda da colonna vertebrale
 

Questo stage desidera essere una opportunità per creare, attraverso semplici esplorazioni ed esperienze, spazi nel corpo che favoriscano il fluire della danza e l’ approfondire dinamiche di movimento che facilitino la ricerca dell’equilibrio, della stabilità, dell’armonia e della musicalità della coppia, sperimentando così, nella danza con il partner, una qualità di movimento sensibile e integrata nella comunicazione e nell’ascolto.

Verranno proposti piacevoli esercizi, da soli o in coppia, che si sviluppano a partire da un lavoro al suolo di connessione con la terra e il respiro,
fino alla posizione eretta ed il movimento del corpo-energia nello spazio, per prendere consapevolezza
dello spazio interno che supporta e conferisce presenza al movimento,
dello spazio esterno che ne supporta la dinamica e l’espansione,
dello spazio fra i corpi che supporta la relazione e lo scambio energetico della coppia.

Saranno forniti anche elementi teorici inerenti l’anatomia attraverso l’ausilio di immagini ed esplorazioni guidate che facilitino l’embodiment. 

Temi del laboratorio:
Il contatto e l’ascolto attraverso la pelle
L’asse e l’allineamento
Le spirali dalla colonna al piede


Domenica ore 17.00 - 19.00 (PRATICA 19.00 – 20.00) 
presso AUSER 
Via Galileo Galilei 2 – Cologno Monzese (Mi) 

COSTO: 15euro a persona solo seminario
             20euro a persona seminario e pratica 

Info e Iscrizioni:
tel. 02 27 30 42 32 
g.leaci@ausercologno.org
marcella.fanzaga@tiscali.it 

Tango Argentino e Danza Contemporanea hanno molti elementi stilistici comuni; per quanto possa sembrare che appartengano a mondi molto differenti, una raffinata sensibilità nell’uso del peso e della dinamica permette loro di condividere medesimi sapori e paesaggi.
La ricerca di movimento nel Tango Argentino richiama alcuni filoni di Danza Contemporanea che hanno sviluppato un senso interiore e minimale del gesto.
Elementi di Contact Improvisation possono costituire una risorsa preziosa per questa danza di coppia in cui il contatto e l’ascolto sono due aspetti fondamentali.
L’improvvisazione accomuna questi due mondi nella ricerca dell’immediatezza, della chiarezza, della spontaneità e della fluidità della danza. 
Il Body-Mind Centering® sostiene l’aspetto percettivo, sensoriale e tecnico del Tango attraverso l’embodiment delle strutture corporee e una speciale consapevolezza somatica di come l’unicità di ciascuna persona si esprima attraverso il movimento nella integrazione tra sfera corporea, mentale ed emotiva.

Questa coscienza esperienziale della anatomia e fisiologia del corpo sostiene anche il processo di salute del danzatore, riorganizzando la postura per prevenire disturbi a carico della colonna vertebrale e dei piedi.


Lo scopo del laboratorio è quello di creare un percorso che attraverso il respiro, la percezione, la consapevolezza corporea, il dialogo tra forza di gravità, peso, ritmo e dinamica, ed il lavoro di integrazione, allineamento, mobilita' articolare, motilità, ed elasticità permetta:

.          di prendere contatto gradualmente con il proprio spazio interiore e con la relazione tra interno ed esterno.
.          di rilasciare le tensioni muscolari superflue per facilitare la fluidità del dialogo motorio tra il centro e la periferia del corpo e muoversi con agio.

·         di creare spazi nelle articolazioni.

·         di differenziare ed integrare i vari segmenti corporei.

·         di scoprire e sperimentare il supporto dello scheletro, dei fluidi e degli organi.
·         di risvegliare il senso cinestesico del movimento e le connessioni neuro-muscolari tra le varie parti del corpo.
·         di raggiungere uno stato di radicamento e presenza.
·         di raggiungere la chiarezza espressiva del gesto e la consapevolezza del proprio movimento.
·         di aumentare le potenzialità espressive e comunicative dell’azione danzata.
·         di fornire strumenti per alleviare dolori dovuti alla postura.
 



Il Body-Mind Centering®, sviluppato negli Stati Uniti da Bonnie Bainbridge Cohen a partire dagli anni ’70, è un metodo esperienziale di approccio alla pedagogia del movimento e alla integrazione psicofisica fondato sul concetto di embodiment: apprendere con e nel corpo nella sua integrità, e acquisire consapevolezza del proprio essere direttamente, attraverso una esperienza corporea che coinvolge tutti i sistemi e  le strutture fino al livello cellulare.
Il Body-Mind Centering®, si inserisce nel campo della somatica e si basa su conoscenze scientifiche e formali di anatomia, embriologia, fisiologia, psicologia, neuroscienze, sviluppo neuro-motorio in età evolutiva.
Integra una varietà di principi teorico-funzionali e di pratiche nell’esplorazione di tutti i sistemi corporei, del respiro e della vocalizzazione, dei sensi e della dinamica percettiva, dell’arte del tocco delle mani e del movimento, per sostenere la motricità ed espressività della persona in crescita e adulta.

Il BMC® esplora aspetti qualitativi e relazionali di movimento ed espressione e porta alla luce l’unicità dell’esperienza senso motoria e percettiva e l’intelligenza di ciascun individuo.
Attraverso la rieducazione del movimento e la riorganizzazione degli schemi neuro motori e dei pattern, porta a un maggiore allineamento tra mente-corpo-emozioni, una maggiore consapevolezza di sé e una più profonda comprensione dell’interrelazione di corpo e mente.

Ha una vasta gamma di applicazioni: educazione e pratica del movimento, danza, yoga, bodywork, riabilitazione, psicoterapia, sviluppo infantile, educazione, musica, voce, arte, meditazione, arti marziali, atletica e altre discipline che coinvolgono l’insieme mente-corpo.


 

Saturday, September 16, 2017


EVOLUZIONE
un viaggio nello sviluppo umano
percorso di Anatomia e Movimento Somatico Body-Mind Centering® 
e Danzaterapia 
a cura di Valentina Bellinaso e Marcella Fanzaga
  
L’evoluzione è adattamento all'ambiente  
 L’adattamento attiva i riflessi 
I riflessi generano il movimento
Il movimento sviluppa i sensi
I sensi attivano la curiosità
La curiosità sostiene la relazione
La relazione nutre la mente
La mente vibra nella coscienza
di sé e del mondo


Sabato 10 Marzo 2018

IL MONDO CI ATTRAE: protendersi verso (quinto appuntamento)


Gambe e Braccia ci portano a fare e andare nel Mondo, a protenderci verso di esso. Nello stesso tempo, l'ambiente ci attrae, come il nostro primo ambiente fluido ha guidato la formazione del nostro essere e dei nostri arti. Continuiamo l'esplorazione del dialogo tra mondo esterno e mondo interno a partire dal desiderio e dalla curiosità di conoscere delle nostre estremità: gambe, braccia, piedi e mani.

Attraverso l’esperienza di Body-Mind Centering® e Danzaterapia esploreremo: la connessione tra la periferia e il centro del corpo; 
le spirali di movimento che guidano la formazione degli arti;
il volume del corpo e dello spazio, riscoprendo le nostre braccia e le nostre
gambe, dal loro primo manifestarsi come gemme
embrionali in ambiente fluido al loro pieno sviluppo in relazione alla terra; 
la fluidità nella solidità del nostro sistema scheletrico. 

Entreremo nella memoria del corpo attraverso il movimento, il tocco e il disegno
per fare esperienza di:
una maggiore leggerezza negli arti e il loro supporto vigoroso
per esplorare tutte le dimensioni dello spazio
un maggior senso di sostegno del centro del corpo per il movimento 
un miglioramento dell’equilibrio 
una maggiore chiarezza dello spazio personale 
una maggiore chiarezza nella comunicazione con il mondo esterno
una maggiore consapevolezza del volume del corpo e della sua presenza 
quanto il movimento possa essere ampio, piacevole e nutriente
se parte da connessioni profonde alleggerendo così la muscolatura.


Sabato 24 Febbraio 2018

BRACCIA e GAMBE per incontrare il MONDO (quarto appuntamento)

Dal Primo Procedere Verticale della Notocorda, il nostro primo asse morbido che dà l’avvio nell’embrione allo sviluppo del sistema nervoso
e attorno al quale si organizzano gli organi, le ghiandole, il sistema scheletrico-muscolare e gli schemi di movimento per l’andare nel mondo,
faremo esperienza del volume del corpo e dello spazio, riscoprendo le nostre braccia e le nostre gambe; dal loro primo manifestarsi come gemme
embrionali in ambiente fluido al loro pieno sviluppo in relazione alla terra.

Attraverso l’esperienza di Body-Mind Centering® e Danzaterapia esploreremo:
la connessione tra la periferia e il centro del corpo,
le spirali di movimento che guidano la formazione degli arti,
la fluidità nella solidità del nostro sistema scheletrico.

Partiremo dalla danza e dal disegno per poi entrare nella memoria del corpo
per fare esperienza di:
una maggiore leggerezza negli arti e il loro supporto vigoroso 
per esplorare tutte le dimensioni dello spazio
un maggior senso di sostegno del centro del corpo per il movimento
un miglioramento dell’equilibrio
una maggiore chiarezza dello spazio personale
una maggiore chiarezza nella comunicazione con il mondo esterno
una maggiore consapevolezza del volume del corpo e della sua presenza
quanto il movimento possa essere ampio, piacevole e nutriente 
se parte da connessioni profonde alleggerendo così la muscolatura.


Sabato 27 Gennaio 2018

IL PRIMO PROCEDERE VERTICALE (terzo appuntamento)

 
Seme – Radice -Germoglio 
Rimaniamo ancora nel meraviglioso mondo dell'embriologia e continuiamo il nostro viaggio per ripercorrere quello che accade
nei nostri primi mesi di Vita intrauterina per andare verso l'incontro con il Primo Procedere Verticale della Notocorda.
La Notocorda è il nostro primo asse morbido che dà l’avvio allo sviluppo del sistema nervoso. 
Attorno a lei si organizzano gli organi, le ghiandole, il sistema scheletrico-muscolare e gli schemi di movimento per l’andare nel mondo.
Attraverso l’esperienza di Body-Mind Centering® e Danzaterapia esploreremo
l’emergere della verticalità a partire dal nutrimento della Terra e della Radice.
 

Sabato 16 Novembre 2017 

IL PRIMO ABBRACCIO NUTRIENTE (secondo appuntamento)


Rimaniamo ancora nel meraviglioso mondo dell'embriologia e continuiamo il nostro viaggio per ripercorrere quello che accade
nel nostro primo mese di Vita intrauterina per andare verso l'incontro con il Primo Abbraccio.
Supporto nella relazione primaria che sostiene il nostro sviluppo. 
Dall'autonutrimento del sacco vitellino al nutrimento dal corpo della madre.

Esperienza di Body-Mind Centering® e Danzaterapia con il nutrimento della Terra e della Radice.

  

Sabato 7 Ottobre 2017
  
IL MIO PRIMO AMBIENTE (primo appuntamento)


Il nostro primo ambiente evolutivo è fluido. In esso avvengono i primi incontri che permettono la vita.
Le membrane delle nostre cellule si espandono e condensano nel respiro che è scambio di fluidi
tra l’ambiente interno e l’ambiente esterno. 
E’ il terreno fluido di base, che sostiene il nostro sviluppo e la nostra crescita per tutta la vita.
Siamo plasmati dall’incontro e dalla vibrazione tra fluidi e membrane.



Inizieremo insieme questo viaggio per riscoprire quei primi movimenti evolutivi che sono il fondamento del nostro muoverci nel mondo oggi, da adulti.

Perché integrarli, riconoscerli, esplorarli significa farne un “embodiment” profondo e riconoscere che il nostro corpo e la sua mente sono meravigliosamente capaci

di resilienza, adattamento, riorganizzazione creativa, attivazione di risorse e nutrimento interiori, scelte per prendersi cura di sé.




Sabato ore 15.00 - 18.00
presso Mo’O Me Ndama
Via Pinerolo 40 - Milano

Info e Iscrizioni
tel. 333-1871597 Valentina
moomendama@gmail.com